L’allevatore – 2011-10

26 ottobre 2011

Lo yogurt di fattoria trionfa a “Franciacorta in bianco”

Alla rassegna bresciana ha riscosso grande eco la seconda edizione del concorso nazionale, a cui hanno partecipato 19 aziende agricole di 5 regioni. Un’occasione di valorizzazione e promozione intelligente per chi ha scelto la strada della trasformazione aziendale

Che lo yogurt sia uno dei prodotti lattiero-caseari più amati dagli italiani è un dato oramai acquisito, ampiamente supportato dalle statistiche sui consumi. Altrettanto noto è che si tratta di una produzione tecnicamente alla portata di qualsiasi caseificio, anche e soprattutto di quelli collocati all’interno di un’azienda agricola, che hanno la possibilità di utilizzare un latte di straordinaria freschezza, così come di un’agrigelateria (vedi anche  ‘Allevatore magazine n 14/2011, pagine 52-53: ndR). In entrambi i casi lo yogurt può essere il biglietto da visita, la chiave di volta per diffondere la conoscenza e far decollare le vendite di tutti gli altri prodotti. Quello che semmai avvantaggia le produzioni industriali rispetto a quelle artigianali è la possibilità di promozione: basta accendere la televisione in orari serali e osservare la quantità di spot televisivi dedicati agli yogurt per farsi un’idea degli ingentissimi investimenti realizzati dalle grandi firme internazionali per stimolarne le vendite. Di qui l’idea di dare luogo a un concorso nazionale degli yogurt di fattoria, in cui una giuria mista di consumatori ed esperti
esprime una graduatoria, e attribuisce alle migliori aziende agricole in gara una targa da esporre in bell’evidenza presso lo spaccio aziendale, presso il distributore automatico o in occasione dei mercati contadini. Il tutto nella prestigiosa cornice di “Franciacorta in bianco”, rassegna di livello nazionale che da sempre è un punto di incontro tra quella miriade di eccellenti artigiani del latte e del formaggio e un’attenta platea di intenditori.

Vendite esplose

E così il concorso, dopo il rodaggio del 2010, quest’anno è stato tra i protagonisti assoluti dell’edizione numero 16 di Franciacorta in bianco, conclusa pochi giorni fa a Castegnato (Bs). Il concorso, organizzato da Bevilatte di Brescia e sponsorizzato dalla FDStore di Spilamberto (Mo), ha visto in lizza 38 yogurt suddivisi in 4 categorie (vacca naturale, capra naturale, vacca frutti di bosco e capra frutti di bosco) provenienti da 19 aziende agricole di 5 regioni (Lombardia, Piemonte, Veneto, Emilia Romagna e Marche). I 18 membri della giuria – composta da tecnologi, assaggiatori dell’Onaf, giornalisti e giovani consumatori, di età compresa tra i 15 e i 30 anni – hanno valutato gli aspetti visivi (colore e consistenza) e le qualità olfattive e gustative (e quindi: odore, sapore, aroma, acidità, struttura in bocca, equilibrio e persistenza). Ai vincitori delle quattro categorie è stata conferita l’ambita targa, che, secondo quanto riferisce Fausto Cavalli di Bevilatte, è molto più che un mero riconoscimento onorifico: “l’allevatore modenese che lo scorso anno ha vinto la categoria degli yogurt naturali di capra – rivela – ci ha detto che grazie alla targa, le vendite sono decollate. Prima la domanda era pressoché inesistente, adesso supera l’offerta”.

Degustazioni guidate

Ma alla rassegna gastronomica bresciana, a cui hanno partecipato circa 130 espositori, suddivisi in 3 padiglioni, non sono mancati i tradizionali appuntamenti con il concorso nazionale assaggio formaggi, a cura dell’Onaf, le degustazioni guidate alle eccellenze del nostro panorama caseario (dai caprini valdostani ai bresciani “d’autore”, dalle Dop di montagna alle paste filate del Molise) e gli approfondimenti congressuali (sulla Casatta di Corteno Golgi, provincia di Brescia, e sulla sicurezza alimentare applicata al settore caseario). Tra gli eventi collaterali grande successo per il gemellaggio sensoriale e gustativo tra i prodotti enogastronomici della Franciacorta e quelli
della Valtellina, e per l’esibizione di Omar Pedrini, cantautore ed enogastronauta bresciano che ha proposto un pirotecnico spettacolo musicale intervallato da letture e riflessioni condivise con il pubblico.

 

di Alessandro Amadei

 

Download articolo “L’allevatore” 10-2011

Catalogato in: Concorso Yogurt

In alto